Monte Niblè

L’affilata cresta di vetta con sfondo sulla Val di Susa e Cenischia

Splendida gita in Val di Susa con interessanti scorci sulle vallate circostanti. La vetta in realtà è una lunga cresta che separa la Val di Susa dalla Valle d’Ambin ove è possibile osservare tutte le cime circostanti: Punta Sommelier, Cima del Vallonetto, Rognosa d’Etiache, Rocca e Denti d’Ambin, Monte Giusalet, Rocciamelone; più distanti sono ben visibili i più famosi monti delle Alpi occidentali, dal Monviso al Monte Rosa, Monte Bianco e Gran Paradiso.
E’ possibile effettuare la salita in giornata partendo dal Vallone di Galambra (1.840 m) nei pressi del Rifugio Levi-Molinari. Da qui, attraversando tutti gli ambienti naturali a cavallo tra la media e alta quota, fin sui territori lasciati dai ghiacci solo da pochi anni potremo fare un salto indietro nelle ere geologiche e capirne la naturale evoluzione.

Questa gita, un tempo di carattere alpinistico, può essere affrontata oggi a livello semplicemente escursionistico dato il notevole arretramento e scioglimento del Glacier du Ferrand che ne caratterizza in parte il versante settentrionale. La salita a carattere escursionistico può esser svolta nel periodo estivo dallo scioglimento delle nevi stagionali in quota, generalmente tra Agosto e Ottobre.

Distanza totale: 5311 m
Altitudine massima: 3358 m
Totale salita: 1524 m
Totale discesa: -2 m

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *